REGIONE ABRUZZO
Dipartimento Sviluppo Economico, Politiche del Lavoro, Istruzione, Ricerca e Università
Servizio Lavoro

Ufficio Programmazione politiche del lavoro

POR FSE ABRUZZO 2014/2020 – Obiettivo: “Investimenti a favore della crescita e dell’occupazione”
Piano Operativo FSE 2018-2020 – INTERVENTO N. 40 E N. 42

AVVISO A GARANZIA LAVORO “REGIME DE MINIMIS”
PUBBLICAZIONE SUL BURAT SPECIALE N. 120 del 7/12/2018
 

La Regione mette a disposizione un plafond complessivo di 6 milioni e 970mila euro, a valere sulle risorse del Fondo Sociale Europeo, per contrastare la disoccupazione in Abruzzo e favorire l’occupazione stabile a tempo indeterminato attraverso lo strumento dell’incentivazione economica. La Regione incentiva con più forza le assunzioni di over 50 e di donne. Per ogni singolo lavoratore/lavoratrice sono previsti i seguenti contributi: € 8.000,00 per assunzioni disposte in favore di lavoratori uomini dai 18 ai 49 anni e € 10.000,00 per assunzioni disposte in favore di tutte le lavoratrici donne e di lavoratori uomini over 50.

E’ finanziata anche l’attività di accompagnamento al lavoro affidata ai CENTRI PER L’IMPIEGO e dalle AGENZIE PER IL LAVORO accreditate dalla REGIONE ABRUZZO che svolgono il ruolo di facilitatori dell’incontro domanda/offerta di lavoro.

INIZIO ore 9:00 del 10/12/2018

SCADENZA ore 20:00 dell’1/04/2019 PER LA LINEA 1

E’ PROROGATA LA SCANDENZA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per la LINEA 1 ALLA DATA DEL 31/05/2019 ORE 18:00

E' POSSIBILE FARE RICHIESTE DI CHIARIMENTI FINO ALLE ORE 18:00 DEL GIORNO 06/12/2018.

 

PER ESAURIMENTO DELLE RISORSE FINANZIARIE DISPONIBILI E’ ANTICIPATA LA CHIUSURA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per la LINEA 2

SCADENZA ore 12:00 del 7/01/2019 per la LINEA 2

Si allega la determinazione dirigenziale n. 269/DPG007 del 27/12/2018.

Scadenza: 
Venerdì, 31 Maggio, 2019 - 18:00

ATTENZIONE

La domanda si ritiene acquisita dal sistema solo e soltanto al ricevimento, da parte dell'utente,  della email contenente il relativo codice identificativo domanda.

Per la compilazione e l’invio della candidatura segui la seguente procedura tecnica.

Effettua il download degli allegati, cliccando sul link di seguito riportato: “Dossier di candidatura”.

Nel caso in cui non si disponga di firma digitale, stampa i documenti, compila gli stessi in ogni parte, allega alla domanda copia del documento di riconoscimento in corso di validità, timbra e sottoscrivi a penna il documento, effettua la scansione e fai l’Upload come previsto nella sezione “Invio documentazione”.

Compila inoltre i relativi modelli allegati, seguendo le indicazioni previste dal Bando, sottoscrivendoli ed inviandoli, con le stesse modalità previste per la Domanda.

Ricorda:

  1. La non corretta compilazione dei campi richiesti può generare il non avanzamento della procedura, oppure causare il rigetto della domanda in fase di valutazione successiva.
  2. I dati devono assolutamente essere coerenti con quelli forniti nei documenti costituenti la domanda di ammissione formulata su documento cartaceo da caricare sulla piattaforma, poiché i dati riportati direttamente nei form della piattaforma sono quelli che verranno utilizzati dal Sistema Informatico in automatico per predisporre L'ISTRUTTORIA.
  3. Una volta chiusa la procedura di domanda come sopra, non sarà possibile fare modifiche e/o integrazioni. È possibile inviare una nuova domanda che annulli una precedente. La nuova domanda assume un nuovo ordine di arrivo e un nuovo protocollo elettronico.
  4. Sono vietate e perseguiti a termini di legge gli abusi e gli usi impropri della piattaforma.

Inserire i dati nel form che segue.
Tutti i campi contrassegnati con * SONO OBBLIGATORI

Dati anagrafici
Dati anagrafici del Rappresentante legale.
del Rappresentante Legale.
del Rappresentante Legale.
gg/mm/aaaa
Comune (Provincia) o stato estero. Es: Montesilvano (PE).
Codice fiscale del Rappresentante Legale.
Anagrafica Impresa
Codice fiscale Impresa.
Indicare la sede interessata dall'assunzione.
Indirizzo Sede legale (Via, n°, CAP, Comune, Provincia)
Dati attività
Artigianato, Commercio, Servizi, ecc.
Classificazione ISTAT/ATECO 2007 - 6 cifre.

CHIEDE

  • di accedere alla seguente Linea di intervento (barrare e compilare la Linea di intervento per la quale si produce istanza):
Specificare il Comune relativo alla linea di intervento scelta.
  • la concessione di INCENTIVI PER UN IMPORTO PARI A 
es: 15350,21
da 1 a 10.
Informazioni sul/i lavoratore/i da assumenre
E' possibile aggiungere fino a 10 lavoratori.
Lavoratore 1
CASO DI TRASFORMAZIONE DA TEMPO DETER. A TEMPO INDETERM.
In caso di trasformazione da TEMPO DETERMINATO a TEMPO INDETERMINATO.
Della assunzione a tempo INDETERMINATO.
ASS. A T.I.
Es: 27000,45 (ASS. A T.I.)
CASO DI ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO
Es: 27000,45

presa integrale visione dell’Avviso Pubblico, di cui si accettano tutte le condizioni e gli impegni conseguenti e consapevole della responsabilità penale a cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, falsità in atti e uso di atti falsi , ai sensi e per gli effetti degli artt. 46, 47 e 76 del d.p.r., 28-12-2000, nr. 445,

D I C H I A R A

barrare l'ipotesi che ricorre.
Soggetti:
barrare l'ipotesi che ricorre.

c)      di essere in possesso di partita IVA;

d)      di essere attiva alla data di presentazione della domanda;

e)      di avere la sede operativa oggetto dell’ assunzione/i nell’ambito dei confini geografici della regione Abruzzo, fatta eccezione per i c.d. “cantieri mobili”. In caso di distacco, si deve rispettare quanto disposto dall’art. 30, D.Lgs., nr. 276/03 e dai C.C.N.L. di riferimento; o di

f)       di non avere in corso procedure di C.I.G. per la stessa qualifica professionale oggetto della richiesta di assunzione al momento della presentazione della candidatura, qualora il richiedente sia un’impresa nella quale operi una sospensione dei rapporti, od una riduzione dell’orario, con diritto al trattamento di integrazione salariale;

g)      di non esercitare un’attività economica incompatibile con il regime di aiuti de minimis;

h)      di essere in regola con il versamento degli obblighi contributivi ed assicurativi di legge attestati nel DURC;

i)        di essere in regola con la normativa in materia di sicurezza sul lavoro;

j)        di essere in regola con la disciplina in materia di aiuti di Stato;

k)      che le assunzioni non riguardano i soggetti che nell’ultimo rapporto di lavoro a tempo indeterminato, cessato dal 30 giugno 2018, siano stati dipendenti del datore di lavoro/impresa beneficiari dell’incentivo o di soggetti che presentino assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con i datori di lavoro/imprese che provvedono alle assunzioni, ovvero con queste ultime in rapporto di collegamento o controllo, ai sensi dell’articolo 2359 c.c.;

l)        le assunzioni non riguardano pensionati, lavoratori a domicilio, soggetti da assumere obbligatoriamente ai sensi della normativa nazionale vigente (es. collocamento mirato ex L. 68/99) e lavoratori per il quali intervenga il pensionamento entro 24 mesi dall’assunzione;

m)   solo per le società: l’assunzione non riguarda un socio della medesima impresa che richiede l’aiuto, salvo il caso di assunzione in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro;

n)      solo per le agenzie di somministrazione: le assunzioni riguardano solo il personale assunto e utilizzato direttamente dalle agenzie stesse;

o)      per le imprese: di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato;

p)    insussistenza di rapporti di parentela o di affinità entro il terzo grado o di coniugio tra datori di lavoro (titolare di ditta individuale o soci/amministratori in caso di società) e lavoratori oggetto degli incentivi di cui al presente Avviso;

q)    l’assunzione comporta un incremento occupazionale in termini assoluti (Unità lavorative ≥ 0,75) rispetto alla forza lavoro assunta con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato alla data del 30 giugno 2018, fatta eccezione per posti occupati resisi vacanti in seguito a dimissioni volontarie, decesso, invalidità, pensionamento, riduzione volontaria dell'orario di lavoro o licenziamento per giusta causa;

r)       non aver usufruito e non richiedere altre agevolazioni contributive o finanziarie pubbliche, previste da norme regionali, statali, comunitarie o altre forme di incentivazioni in genere, per i medesimi incentivi (in rispetto del principio del divieto del doppio finanziamento;

s)       di essere informato che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presente dichiarazione viene resa (art. 13 D.Lgs 196/2003 e ss.mm.ii.);

t)       che i dati riportati sulla piattaforma telematica sono identici a quelli riportati nella presente istanza.

 

GLI ALLEGATI DA CARICARE sono i seguenti:

La presente istanza (allegato A) è presentata unitamente a:

 

se impresa

  • Allegato B- Atto di impegno*
  • Allegato C dichiarazione de minimis*
  • Allegati D (solo se impresa controllata o controllante)
  • Documento di riconoscimento* in corso di validità del Rappresentante Legale /titolare dell’impresa/datore di lavoro;*
  • Documento di riconoscimento* in corso di validità del lavoratore/lavoratrice

(se l’istanza riguarda più lavoratori dovranno essere presenti firme e documenti di identità di tutti)

In caso di procedura indiretta

·       Documento di riconoscimento in corso di validità del Legale rappresentate APL/CPI*

 

Se non  impresa

 

  • Allegato B- Atto di impegno*
  • Allegato C dichiarazione de minimis*
  • Documento di riconoscimento  in corso di validità del Rappresentante Legale /titolare dell’impresa/datore di lavoro;*
  • Documento di riconoscimento  in corso di validità del lavoratore*(se l’istanza riguarda più lavoratori dovranno essere presenti firme e documenti di identità di tutti)

In caso di procedura indiretta

·       Documento di riconoscimento* in corso di validità del Legale rappresentate 

I dati di contatto sono i seguenti

SI IMPEGNA 

a comunicare tempestivamente alla Regione Abruzzo – DIPARTIMENTO SVILUPPO ECONOMICO, POLITICHE DEL LAVORO, ISTRUZIONE, RICERCA E UNIVERSITA’ - SERVIZIO LAVORO DPG007 - UFFICIO PROGRAMMAZIONE POLITICHE DEL LAVORO, eventuali variazioni connesse al presente Avviso.

La presente istanza (allegato A)  è presentata unitamente a:

  • Allegato B Atto di impegno
  • Allegato C Dichiarazione di aiuti in esenzione Reg. (UE) 651/2014 e presa visione delle “Disposizioni per l’ottemperanza delle condizionalità ex ante aiuti di stato”
  • Copia di un documento in corso di validità del Rappresentante legale, del/i lavoratore/i e in caso di procedura indiretta, del Rappresentante legale del APL/CPI

Il sottoscritto, consapevole della responsabilità penale a cui può andare incontro in caso di dichiarazioni mendaci, falsità in atti e uso di atti falsi, ai sensi e per gli effetti degli artt. 46, 47 e 76 del D.P.R. 28.12.2000, nr. 445, nella qualità di Legale Rappresentante dell'impresa richiedente dichiara che le informazioni riportate corrispondono a verità:

* Cliccando sul campo "Privacy: accetto": autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.
Invio documentazione
Istanza.
I file devono pesare meno di 5 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip p7m.
Atto di impegno.
I file devono pesare meno di 5 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip p7m.
Dichiarazione de minimis.
I file devono pesare meno di 5 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip p7m.
SOLO SE IMPRESA CONTROLLATA O CONTROLLANTE.
I file devono pesare meno di 50 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip.
I file devono pesare meno di 50 MB.
Tipi di file permessi: zip.
Quesiti: 
Domanda: 

Vorrei sapere se una associazione onlus in possesso di codice fiscale e senza personale con rapporti di lavoro subordinato può presentare domanda per l'avviso A garanzia lavoro de minimis

Risposta: 

N.1 

Come previsto all’art. 5 dell’Avviso, possono presentare candidature datori di lavoro/imprese purchè in possesso di una PARTITA IVA. (E' il primo requisito richiesto).

Domanda: 

In riferimento alla dichiarazione de minimis si chiede se a seguito dell'erogazione dell'incentivo del Bando, si verifica che si è superato il limite degli aiuti in de minimis, il recupero viene effettuato per tutte le agevolazioni fruite nel triennio o solo per l'agevolazione che ha comportato il superamento del limite de minimis come da Allegato E del Bando ?

Risposta: 

N.2

Come da Allegato E, in caso di superamento del massimale,  l’impresa perde il diritto all’aiuto in relazione al quale tale massimale è superato; il venir meno di tale aiuto non è limitato all’importo  dell’aiuto che eccede il massimale.

Domanda: 

in riferimento all'avviso "A" art.3 punto 6 l'incentivo di 10.000,00 euro (donne e uomini over 50) non deve eccedere il limite del 50% del costo salariale annuale, mentre l'incentivo di 8.000, euro (uomini dai 18 ai 49 anni) non deve eccedere il limite del 40% del costo salariale annuale. Per costo salariale annuale si intende come specificato successivamente la retribuzione lorda prima delle imposte e i contributi obbligatori quali oneri previdenziale e i contributi assistenziale per figli e familiari. Nell'articolo 6 relativo alla cumulabilità del contributo nel punto 3 dove si evince la cumulabilità degli incentivi con altri incentivi all'assunzione di natura economica o contributiva bisogna rispettare dei limiti ossia il totale degli incentivi (8.000,00 + altro contributo e 10.000,00 + altro contributo) non può eccedere il limite del 40% e/o50% ( a seconda dei casi) della retribuzione annua lorda. Ciò significa che se non c'è nessuna cumulabilità con altro incentivo all'assunzione

Risposta: 

N.3

Il riferimento è sempre al costo del lavoro a carico del beneficiario e quindi  al costo salariale annuale.

Domanda: 

Si richiede se in caso di assunzione part time con orario di lavoro pari ad almeno il 75% dell'orario normale di lavoro stabilito dal ccml di riferimento, il contributo viene riproporzionato alla suddetta percentuale o spetta comunque per intero.

Risposta: 

N.4

I contributi non vanno riproporzionati, ma resta sempre  fermo che non sono ammesse assunzioni a tempo indeterminato di tipo part-time inferiori al 75% delle ore contrattuali previste dal CCNL di riferimento. Va inoltre verificato il rispetto dei seguenti limiti:

l’incentivo di € 10.000,00 previsto per le donne e per gli uomini over 50 non potrà eccedere il limite del 50% del costo salariale annuale per ogni nuovo/a assunto/a;

L’incentivo di € 8.000,00 previsto per gli uomini tra 18 e 49 anni non potrà eccedere il limite del 40% del costo salariale annuale per ogni nuovo assunto.

Domanda: 

I contributi vengono concessi in base all'ordine cronologico con riferimento anche all'orario di spedizione?

Risposta: 

N.5

L’ordine cronologico è giornaliero. Qualora le risorse non fossero sufficienti per il finanziamento di tutte le candidature presentate nella stessa giornata, si concede priorità alle assunzioni a tempo indeterminato secondo il seguente ordine: donne over 50, uomini over 50, donne. In caso di ulteriore parità si procede a sorteggio.

Domanda: 

Occorre una marca da bollo per l'istanza?

Risposta: 

N.6

NO

Domanda: 

In caso si assumano tre lavoratori, la ditta deve inserirli in un unica domanda e quindi aggiungere gli spazi di compilazione?

Risposta: 

N.7

SI

Domanda: 

Da quanto si evince da ciò che è riportato all'articolo 16, del bando in oggetto, al punto 11, le imprese agricole sono quindi escluse da questo tipo di intervento?

Risposta: 

N.8

SI

Domanda: 

Il punto 6 dell'art. 3 dell'Avviso A recita "Qualora il contributo previsto sia superiore ai limiti indicati (40-50% costo salariale) l'incentivo non potrà essere riconosciuto. In questo caso è possibile riparametrare l'importo dell'incentivo in misura inferiore a quella prevista dall'avviso? E' possibile ad esempio chiedere un incentivo di € 9.000,00 (donna) se il costo del lavoro è di € 18.000,00.

Risposta: 

N.9

NO, il contributo non può essere rimodulato.

Domanda: 

Estremi provvedimento di approvazione Determinazione dirigenziale n. 232/DPG007 del 21/11/2018 Pubblicato sul BURAT: n. ???? ordinario del ????

Risposta: 

N.10

Non appena disponibili saranno resi noti Numero e data del BURAT. L’assenza del solo riferimento al BURAT non sarebbe causa di esclusione.

Domanda: 

Nel bando è indicato che "Per costo salariale si intende l’importo totale annuo effettivamente pagabile dall’impresa beneficiaria dell’aiuto in relazione al/i lavoratore/i interessato/i, comprendente la retribuzione lorda prima delle imposte e i contributi obbligatori, quali gli oneri previdenziali e i contributi assistenziali per figli e familiari" Cosa intendente per contributi obbligatori e assistenziali per figli e familiari nello specifico? Si intendono i contributi inps conto ditta?o quelli conto dipendente? o entrambi?

Risposta: 

N.11

Si intendono tutti i costi che deve sostenere il beneficiario in relazione al lavoratore, quindi entrambi.

Domanda: 

La società ALFA costituita da due soci “Socio A” e “Socio B” a seguito del decesso del “Socio A” è stata messa in liquidazione ricorrendo i presupposti di cui all’art. 2284 cc. Per effetto della liquidazione i dipendenti in forza della società ALFA saranno licenziati in corso d’anno e comunque entro il 31.12.2018. Nei primi mesi del 2019 gli ex dipendenti della società ALFA saranno assunti a tempo indeterminato dalla società BETA, di nuova costituzione e già costituita alla data di pubblicazione del bando, i cui soci sono Socio B (già socio della società in ALFA in liquidazione) e Socio C. Alla luce di quanto sopra e richiamato l’Art.5 del bando, vorrei proporre il seguente quesito al fine di conoscere se la casistica sopra esposta per la società BETA, finalizzata all'ottenimento dei contributi previsti, potrebbe rientrare nell’Avviso A “Garanzia Lavoro-Aiuti in De Minimis”.

Risposta: 

N.12

Si rinvia all’art. 5 comma 2 lett. e che così recita

I soggetti beneficiari che possono presentare la candidatura sono le imprese del settore privato in possesso, alla data di presentazione della candidatura, dei seguenti requisiti da dichiarare, ai sensi del D.P.R. nr. 445 del 28-12-2000, nell’Istanza:

….omissis……

e) che le assunzioni non riguardano lavoratori legati al medesimo datore di lavoro  da un precedente contratto di lavoro a tempo indeterminato cessato nei sei mesi precedenti dallo stesso datore di lavoro.

Domanda: 

articolo 3 - Risorse disponibili e vincoli finanziari - nel punto 6) Le assunzioni devono comportare un incremento occupazionale in termini assoluti rispetto alla forza lavoro con contratto di lavoro a tempo indeterminato alla data del 30/06/2018, dopodiché viene spiegato cosa si intende per unità lavorative e successivamente viene evidenziato quanto segue: "Sono escluse le assunzioni avviate il giorno dell'invio della candidatura o prime di tale data" cosa si intende?

Risposta: 

N.13

L’ultimo capoverso non è collegato concettualmente al precedente, ma è successivo e specifica che le assunzioni, per le quali si presentano le candidature, possono essere avviate solo dal giorno successivo alla candidatura, nel caso in cui l’impresa voglia procedere all’assunzione prima dell’esito di ammissibilità e finanziamento.

Comunque l’impresa/datore di lavoro deve procedere all’assunzione a tempo indeterminato del/i lavoratori entro il termine massimo di 30 giorni decorrenti dalla data di ricezione del provvedimento di concessione, trasmesso a mezzo PEC da parte del dirigente del Servizio Lavoro con assegnazione di un Codice Unico di Progetto (CUP).

Domanda: 

Per poter accedere alla Linea di Intervento 2, bisogna prendere in considerazione tutti i Comuni presenti nella Tabella A ("Area Interna", "Aerea di Crisi non Complessa" ed "Area di Crisi Complessa) oppure, sempre in riferimento alla medesima Tabella, vanno considerati solo ed esclusivamente quelli definiti come "Area di Crisi Complessa"?

Risposta: 

N.14

Il riferimento a "Area Interna", "Aerea di Crisi non Complessa" ed "Area di Crisi Complessa” non è di questo Avviso ma del precedente GARANZIA OVER.

Il presente Avviso prevede le seguenti linee di intervento

  1. Linea 1- Incentivi al lavoro per le imprese con sede operativa nei comuni dell’Area di Crisi Complessa Vibrata- Tronto Piceno (di cui alla TAB. A) € 2.470.000,00;
  2. Linea 2- Incentivi al lavoro per le imprese con sede operativa in tutti gli altri comuni non ricompresi nella Tabella A € 4.500.000,00.
Domanda: 

Quando l'impresa opta per l’anticipazione del contributo previa stipula di polizza fideiussoria con rimborso del relativo costo fino ad un massimale di € 400,00 per singola assunzione, nella compilare la tabella con i nominativi dei lavoratori interessati, bisogna indicare solo il contributo "puro" o dobbiamo effettuare il totale con il contributo previsto per la polizza? Esempio: per l'assunzione/trasformazione di una lavoratrice donna è previsto un contributo per euro 10.000, nella griglia della tabella (sempre nel caso di opzione per la polizza) bisogna indicare 10.000 oppure 10.400?

Risposta: 

N.15

Nella tabella contenuta nell'istanza va indicato solo il contributo per l’assunzione a tempo indeterminato, mentre per il rimborso della polizza  va compilato nell’ALLEGATO A il punto b) della dichiarazione con la casella relativa all’anticipazione.

Domanda: 

Alla data del 30.06.2018 la ditta ha 3 dipendenti a tempo indeterminato. Il 01.11.2018 un dipendente si è dimesso volontariamente. Si chiede se alla ditta spetta l'incentivo qualora assumesse un dipendente a tempo determinato?

Risposta: 

n. 16

NO

Domanda: 

Nell' articolo 12 – "Cosa deve fare il CPI o l’APL per ottenere il rimborso delle spese?" punto 1, lettera e, si dice che il rimborso per le Attività di accompagnamento al lavoro è subordinato alla "dichiarazione della registrazione della politica attiva sulla SAP". Cosa si intende?

Risposta: 

N. 17

Sarà inviata specifica informativa dalla Regione Abruzzo.

Domanda: 

Può essere fatta richiesta di contributo per una trasformazione di contratto da tempo determinato a tempo indeterminato se l'orario di lavoro è inferiore al 75%?

Risposta: 

N.18

Può essere fatta la trasformazione da tempo determinato  part-time  a tempo indeterminato purchè il tempo indeterminato sia almeno pari al 75% dell’orario di lavoro.

Domanda: 

Un'azienda di trasporto che ha sede legale e operativa nella regione Abruzzo assume un lavoratore (residente in un comune della Regione Abruzzo) che svolge mansioni di "Autista" e che per l'espletamento delle sue mansioni è soggetto a trasferte in Italia e all'estero; ha diritto all'incentivo?

Risposta: 

N.19

SI, se l'assunzione risulta presso l'unità operativa del territoro della Regione Abruzzo.

Domanda: 

Per la partecipazione al bando/AVVISO A GARANZIA LAVORO “REGIME DE MINIMIS il lavoratore può avere anche 1 solo giorno di permanenza nello status di disoccupato ?

Risposta: 

N. 20

SI

Domanda: 

Ad esempio, per un'assunzione di una donna l'istanza è valida SOLO SE il costo salariale è precisamente di euro 20.000,00?

Risposta: 

N.21

Il costo salariale annuo della lavoratrice può essere pari o superiore a € 20.000,00 e in ogni caso si applica il contributo di € 10.000,00.

Se, invece, il costo salariale annuale della lavoratrice è inferiore a € 20.000,00, il contributo non può essere concesso, in quanto non può essere rimodulato in ribasso.

Domanda: 

Nella tabella in cui si devono inserire i dati del lavoratore (all'interno dell'Allegato A - Istanza), per "N. ORE CONTRATTO DI LAVORO" si intendono settimanali o mensili?

Risposta: 

N. 22

Ore di lavoro settimanali.

Domanda: 

Il contributo in regime de minimis può essere richiesto da un'azienda utilizzatrice di somministrazione lavoro che stabilizza a tempo indeterminato un apprendistato giunto a conclusione con l'Agenzia per il Lavoro?

Risposta: 

N. 23 

No. Si rinvia all'art. 4 commi 2 e 3.

Domanda: 

SE IL DIPENDENTE PER IL QUALE SI RICHIEDE IL CONTRIBUTO, DOPO UN ANNO DI CONTRATTO A TEMPO INDETERMINATO DECIDE DI DARE LE DIMISSIONI, L' AZIENDA PERDE IL DIRITTO AL CONTRIBUTO?

Risposta: 

N. 24

Se l'impresa beneficiaria ha richiesto e ottenuto l'anticipazione dell'intero contributo e se l’assunzione a tempo indeterminato è garantita solo per il primo anno (12 mesi), si procederà al recupero del 50% del contributo con eventuale escussione della polizza fideiussoria.

Se invece l'impresa non ha richiesto l'anticipazione, potrà procedere solo alla richiesta  del primo pagamento a rimborso del 50% del contributo al termine del 12°mese decorrente dalla data dell’assunzione.

Domanda: 

Quando sarà messa a disposizione la piattaforma telematica per l'invio delle candidature?

Risposta: 

N. 25

Si rinvia all'art. 8 comma 1 "Le candidature (dirette o indirette) devono essere inviate a partire dal 10 dicembre 2018 dalle ore 9:00 ed entro la data del 01/04/2019 ore 20:00, esclusivamente attraverso l’utilizzo della piattaforma telematica presente all’indirizzo:
app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici/
seguendo scrupolosamente le indicazioni ivi riportate."

Domanda: 

Può essere fatta richiesta di contributo per un lavoratore che attualmente ha un contratto di apprendistato con scadenza 04/2018?

Risposta: 

N. 26

NO

Domanda: 

L'impresa deve garantire un incremento occupazionale in termini assoluti maggiore di 0,75 alla data del 30/06/2018, ma questo parametro deve essere verificato ed manutenuto dalla data di assunzione del destinatario o alla data di presentazione della domanda. Ad esempio ho 5 persone a tempo indeterminato al 30/06/2018, in data di presentazione della domanda 10/12/2018 sono presenti 4 persone a tempo indeterminato per 1 licenziamento. Al momento dell'approvazione assumerò il destinatario (1 persona) più integrerò il personale nella stessa data con un altra persona a tempo indeterminato (fuori bando e senza agevolazione regionale), la procedura è corretta nel caso specifico per poter accedere alla agevolazione.

Risposta: 

N.27

SI

Domanda: 

Un'impresa che presenta domanda sull'Avviso B (per un lavoratore) può presentare domanda anche sull'Avviso B (per un lavoratore diverso) ?

Risposta: 

N. 28

SI

Domanda: 

Nel periodo di apertura del Bando (dal 10/12/18 al 01/04/19) un'impresa può presentare più di una istanza di contributo (ovviamente per lavoratori diversi), rimanendo tutte potenzialmente ammissibili ?

Risposta: 

N. 29

SI

Se nello stesso giorno l'impresa si candida per più di un lavoratore va presentata una sola istanza. In giornate diverse comprese nell'intervallo  di apertura del bando l'impresa può presentare più candidature per diversi lavoratori.

 

Domanda: 

In relazione all'art. Articolo 5 - Soggetti ammessi alla presentazione delle candidature, punto 2 lettera o, si chiede un incremento occupazionale in termini assoluti (Unità lavorative ≥ 0,75) rispetto alla forza lavoro assunta con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato alla data del 30 giugno 2018, fatta eccezione per posti occupati resisi vacanti in seguito a dimissioni volontarie, decesso, invalidità, pensionamento, riduzione volontaria dell'orario di lavoro o licenziamento per giusta causa. Ho il caso di un'azienda che alla data del 30.06.2018 aveva 8 lavoratori in forza, successivamente 1 si è dimesso ad agosto 2018 ed 1 ad ottobre 2018, se assumessi oggi un lavoratore avente i requisiti soggettivi per accedere al bando potrei avere il beneficio?

Risposta: 

N. 30

SI, rispetto alla risposta n. 27 le dimissioni volontarie del lavoratore, già presente a tempo indeterminato al 30/06/2018, rientrano tra le causali per le quali non è richiesto il ripristino.

Domanda: 

Per quanto riguarda la documentazione da produrre e le informazioni da comunicare da parte del lavoratore, beninteso che vi sia già iscrizione al CPI e il rilascio della DID, si chiede è causa di esclusione della pratica la mancata indicazione della data di stipula del patto di servizio con il CPI poiché non ancora effettuato?

Risposta: 

N. 31

E' causa di esclusione l'assenza del requisito di disoccupazione per il quale occorre anche la stipula del patto di servizio.

Il patto di servizio deve essere stipulato prima della presentazione della candidatura dell'impresa.

 

Domanda: 

SE UN'AZIENDA INTENDE ASSUMERE DUE LAVORATORI, UNO A TEMPO INDETERMINATO E L'ALTRO CON APPRENDISTATO, COME DOBBIAMO COMPILARE L'ALLEGATO A? POSSIAMO SCRIVERE COME SEGUE: "la concessione di INCENTIVI PER UN IMPORTO PARI A € 20.000,00 (in lettere VENTIMILA,00) PER L’ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO DI N. 2 LAVORATORI per i quali si riportano le seguenti informazioni nella tabella che segue...."?

Risposta: 

N. 32

Nella tabella inclusa nell'allegato A, per ogni lavoratore da assumere, va indicato il contributo spettante (€ 8.000,00 o € 10.000,00).

Nel secondo punto della dichiarazione va indicato l'importo cumulativo per i lavoratori riportati in tabella.

 

Domanda: 

UN'AZIENDA CHE HA UN LAVORATORE IN SCADENZA AL 30/11 PER IL QUALE NON E' PIU' POSSIBILE ANDARE IN PROROGA, PU0' PARTECIPARE AL BANDO A E FARE L'ASSUNZIONE A TEMPO INDETERMINATO PER QUESTO LAVORATORE? L'AZIENDA IN QUESTIONE NON HA SUPERATO IL DE MINIMIS.

Risposta: 

N.33

SI, fermo restando quanto previsto dall'Avviso.

 

Domanda: 

PUO' UN'AZIENDA CHE HA ASSUNTO IN SOMMINISTRAZIONE UN LAVORATORE PARTECIPARE ALL'AVVISO A E QUINDI ASSUMERE IL LAVORATORE IN SCADENZA CON L'AGENZIA DI SOMMINISTRAZIONE A TEMPO INDETERMINATO?

Risposta: 

N. 34

No. Si rinvia all'art. 4 commi 2 e 3.

Domanda: 

Se una ditta al 30-06-2018 ha 5 dipendenti a tempo indeterminato e un dipendente è andato in pensione il 30 settembre 2018, si chiede, se spetta l'incentivo nell'eventualità assumesse un dipendente a tempo indeterminato.

Risposta: 

N.35

SI, fermo restando quanto previsto dall'Avviso.

Domanda: 

Il contributo in regime de minimis può essere richiesto per la trasformazione di un Tirocinio di inserimento/reinserimento lavorativo in contratto di Apprendistato Professionalizzante Full Time?

Risposta: 

N. 36

L'avvio di un contratto di apprendistato per un tirocinante si configura come nuova assunzione a tempo indeterminato di soggetto disoccupato, fermo restando quanto previsto dall'Avviso.

Domanda: 

un'impresa ha attualmente assunta a tempo determinato la lavoratrice "x" con scadenza contratto il 31/12/2018, il primo giorno di apertura dell'AVVISO A GARANZIA LAVORO “REGIME DE MINIMIS” presenta istanza con richiesta di contributo per la trasformazione del contratto a tempo indeterminato. Prima di effettuare la trasformazione del contratto da tempo determinato a tempo indeterminato può aspettare che venga ammessa a finanziamento, eventualmente prolungando il T.D.?

Risposta: 

N.37

SI

 

 

Domanda: 

Caso di un apprendista assunto con contratto in scadenza il 31 dicembre: è possibile procedere alla trasformazione e presentare l'istanza per il contributo? Con quali tempistiche bisogna procedere, rispetto alla scadenza evidenziata?

Risposta: 

N. 38

Il contratto di apprendistato è un contratto a tempo indeterminato e pertanto non si configura la trasformazione da tempo determinato  a tempo indeterminato. Inoltre, se il lavoratore è già in organico a tempo indeterminato con apprendistato, non può essere presentata istanza di nuova assunzione per lo stesso lavoratore.

La finalità dell’Avviso è quella di incentivare la creazione effettiva di nuova occupazione con nuovi contratti a tempo indeterminato, compresi i contratti di apprendistato.

Poni un quesito.