REGIONE ABRUZZO
Dipartimento Politiche dello Sviluppo Rurale e della Pesca
Servizio Politiche di sostegno all'economia ittica– DPD027
Ufficio Politiche di sostegno alla flotta e interventi strutturali in ambito FEP-FEAMP

Avviso pubblico finalizzato al conferimento delle risorse pubbliche per gli interventi di cui al P.O. FEAMP 2014/2020, Misura 1.40, paragrafo 1, lettera a) - “Raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare”.

Avviso pubblico finalizzato al conferimento delle risorse pubbliche per gli interventi di cui al P.O. FEAMP 2014/2020, Misura 1.40, paragrafo 1, lettera a) - “Raccolta, da parte di pescatori, di rifiuti dal mare”.

Normativa di riferimento:

Regolamento (UE)n. 508/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014 relativo al Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca, Priorità 1 “Promuovere la pesca sostenibile sotto il profilo ambientale, efficiente in termini di risorse, innovativa, competitiva e basata sulle conoscenze”.

Interventi ammissibili:

Sono ammissibili a contributo gli interventi previsti alla lettera a), paragrafo 1, dell’art. 40, inerenti attività di “Raccolta da parte di pescatori di rifiuti dal mare”, e cioè interventi diretti a realizzare una o più delle seguenti azioni:

  • predisposizione di programmi di raccolta dei rifiuti in mare, compresi attrezzi da pesca perduti,  da realizzare nell’ambito dell’ordinaria attività di pesca, corredati di acquisto e, se del caso, installazione a bordo di appositi sistemi di raccolta e stoccaggio, di acquisto e, se del caso, installazione nei porti di pesca di sistemi di stoccaggio e riciclaggio dei rifiuti;
  • campagne di comunicazione, d'informazione e di sensibilizzazione per incoraggiare i pescatori e altri portatori d'interesse a partecipare a progetti di rimozione dei rifiuti e degli attrezzi da pesca perduti;
  • formazione dei pescatori e degli agenti portuali.

Soggetti ammissibili:

Possono presentare domanda di contributo i Raggruppamenti temporanei di imprese e prestatori di servizi, la cui composizione minima richiede la partecipazione di:

  • Almeno cinque Imprese armatrici di imbarcazioni da pesca, anche associate tra loro;
  • Almeno un Organismo tecnico o scientifico di diritto pubblico, che funge da capofila del raggruppamento ed è responsabile verso la Regione per tutti i profili finanziari e contabili.

Il Raggruppamento deve essere già costituito alla data di presentazione della domanda.

 

Presentazione delle domande:

La candidatura per l’ammissione all’aiuto è formulata attraverso il caricamento sulla piattaforma dei seguenti documenti:

  • domanda di ammissione all’aiuto sottoscritta dal proponente redatta utilizzando il modello di cui all’Allegato A;
  • documentazione elencata nell’art. 8 dell’Avviso.

Le domande possono essere presentate dalle ore 9.00 del 13 Febbraio  alle ore 14 del 30 Aprile 2019.

 

Dotazione finanziaria:

Euro 969.199,73  di finanziamento pubblico.

Scadenza:

Martedì 30 Aprile 2019.

Scadenza: 
Martedì, 30 Aprile, 2019 - 14:00

ATTENZIONE

La domanda si ritiene acquisita dal sistema solo e soltanto al ricevimento, da parte dell'utente,  della email contenente il relativo codice identificativo domanda.

Per la compilazione e l’invio della Domanda segui la seguente procedura tecnica.

Effettua il download della domanda di finanziamento.

Compila lo schema con tutti i dati richiesti e sottoscrivi la domanda con firma digitale o autografa.

Nel caso in cui non si disponga di firma digitale, stampa il documento, compila lo stesso in ogni parte, allega alla domanda copia del documento di riconoscimento in corso di validità, timbra e sottoscrivi a penna il documento, effettua la scansione e fai l’Upload come previsto nella sezione “Invio documentazione”.

Compila inoltre i relativi modelli allegati, seguendo le indicazioni previste dal Bando, sottoscrivendoli ed inviandoli, con le stesse modalità previste per la Domanda.

Ricorda:

  1. La non corretta compilazione dei campi richiesti può generare il non avanzamento della procedura, oppure causare il rigetto della domanda in fase di valutazione successiva.
  2. I dati devono assolutamente essere coerenti con quelli forniti nei documenti costituenti la domanda di ammissione formulata su documento cartaceo da caricare sulla piattaforma, poiché i dati riportati direttamente nei form della piattaforma sono quelli che verranno utilizzati dal Sistema Informatico in automatico per predisporre L'ISTRUTTORIA.
  3. Una volta chiusa la procedura di domanda come sopra, non sarà possibile fare modifiche e/o integrazioni. È possibile inviare una nuova domanda che annulli una precedente. La nuova domanda assume un nuovo ordine di arrivo e un nuovo protocollo elettronico.
  4. Sono vietate e perseguiti a termini di legge gli abusi e gli usi impropri della piattaforma.

Inserire i dati nel form che segue.
Tutti i campi contrassegnati con * SONO OBBLIGATORI

Dati anagrafici
Dati anagrafici del Rappresentante legale.
del Rappresentante Legale.
del Rappresentante Legale.
gg/mm/aaaa
Comune (Provincia) o stato estero. Es: Montesilvano (PE).
Via, num. civico, CAP, Comune (prov.).
Codice fiscale del Rappresentante Legale.
Ruolo
Raggruppamento temporaneo rappresentato
Indirizzo Sede legale (Via, n°, CAP, Comune, Provincia)
Indirizzo Sede operativa (Via, n°, CAP, Comune, Provincia)
* Cliccando sul campo "Privacy: accetto": autorizzo il trattamento dei miei dati personali, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003.

Sono consapevole del fatto che, in caso di mendace dichiarazione, verranno applicate nei suoi riguardi, ai sensi dell'articolo 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, le sanzioni previste dal codice penale e dalle leggi speciali in materia di falsità negli atti.

Invio documentazione
Domanda di partecipazione.
I file devono pesare meno di 5 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip p7m.
Invio altra modulistica, in caso di più file utilizzare un file archivio (zip)
I file devono pesare meno di 70 MB.
Tipi di file permessi: pdf zip.
I file devono pesare meno di 5 MB.
Tipi di file permessi: gif jpg jpeg png pdf zip.

E' POSSIBILE INVIARE DELLE DOMANDE UTILIZZANDO IL MODULO IN FONDO ALLA PAGINA.

Quesiti: 
Domanda: 

Vorrei sapere se un FLAG può partecipare in qualità di partner (e non di capofila) ad un Raggruppamento Temporaneo candidato alla selezione. In caso di risposta positiva vorrei sapere se è possibile partecipare per più porti della Regione ricadenti nel territorio di competenza del FLAG.

Risposta: 

Il bando non prevede divieti in ordine alla partecipazione  ad una pluralità di raggruppamenti partecipanti al bando: resta inteso che nessun onere derivante da queste partecipazioni può essere messo a carico delle risorse cofinanziate dal FEAMP attribuite ai FLAGs per l’attuazione delle loro strategie di sviluppo locale, comprese quelle spese dirette a sopperire al funzionamento del Flag stesso.

Domanda: 

Un'Università può configurarsi come "organismo tecnico scientifico" e dunque porsi come capofila? Se sì, è necessario che l'Università abbia sede nelle Regione Abruzzo?

Risposta: 

L’università può configurarsi come organismo tecnico-scientifico; se  è Ente di diritto pubblico, può fungere da soggetto capofila del raggruppamento. L’Avviso non stabilisce che il soggetto capofila debba avere sede nella Regione Abruzzo.

Domanda: 

La rendicontazione delle spese ammissibili in cui è direttamente coinvolta l'Università può essere effettuata in termini di costo del personale dedicato (ore/uomo, timesheet e busta paga)?

Risposta: 

Premesso che il soggetto capofila è l’interfaccia della Regione per l’intero finanziamento e deve rendicontare tutte le spese afferenti il progetto, la rendicontazione finale delle spese riferite a ricercatori o altro personale impegnato nel progetto deve essere effettuata in fase di richiesta di SAL/saldo dando chiara evidenza delle ore/uomo di ciascun ricercatore/figura professionale dedicata al progetto  , e dunque attraverso ordini di servizio preventivi , timesheet e buste paga

Domanda: 

Vorrei sapere se una Società in forma di SpA, avente ad oggetto la gestione del ciclo integrale dei rifiuti, a totale capitale pubblico avente natura di "società in house providing" soggetta al controllo e coordinamento degli Enti Locali soci, partecipata al 100% da Enti pubblici (Comuni) dove il Consiglio di Amministrazione è composto esclusivamente da membri espressi dagli Enti soci aderenti (comuni), può essere considerata un "Organismo tecnico di diritto pubblico" e quindi essere soggetto capofila del raggruppamento ATI.

Risposta: 

La risposta è affermativa

Domanda: 

La costituzione dell'ATS deve avvenire per atto pubblico (atto Notarile) oppure può essere fatta con scrittura privata registrata presso l'Agenzia delle Entrate?

Risposta: 

Il Raggruppamento temporaneo deve essere costituito nelle forme previste dalla legge

Domanda: 

La costituzione dell'ATS deve avvenire per atto pubblico (atto Notarile) oppure può essere fatta con scrittura privata registrata presso l'Agenzia delle Entrate?

Risposta: 

Il Raggruppamento temporaneo deve essere costituito nelle forme previste dalla legge

Domanda: 

In merito a quanto previsto all’articolo 4 del Bando in oggetto, i FLAG (Fisheries Local Action Group) possono essere considerati Organismi tecnici di diritto pubblico e svolgere dunque il ruolo di capofila del raggruppamento richiesto?

Risposta: 

Il D.Lgsl 50/2016 definisce all’art. 3, comma 1, lett. d), punto 3) gli “Organismi di diritto pubblico”  gli Enti  “la cui attività sia finanziata in modo maggioritario dallo Stato, dagli enti pubblici territoriali o da altri organismi di diritto pubblico oppure la cui gestione sia soggetta al controllo di questi ultimi oppure il cui organo d'amministrazione, di direzione o di vigilanza sia costituito da membri dei quali più della metà è designata dallo Stato, dagli enti pubblici territoriali o da altri organismi di diritto pubblico”.

Ai sensi dell’art. 32, comma 1, lett. d) del Reg (UE) 1303/2013, la composizione del FLAG prevede, invece, che i gruppi d'azione locali siano composti da rappresentanti degli interessi socio-economici locali sia pubblici che privati, nei quali, a livello decisionale, le autorità pubbliche non possano rappresentare più del 49 % degli aventi diritto al voto.

Pertanto, il FLAG non possiede le caratteristiche di “Organismo di diritto pubblico” e non può quindi essere individuato quale Capofila del raggruppamento.

Domanda: 

Si chiede se il bando prevede forme di remunerazione per i pescatori

Risposta: 

Il bando non prevede alcuna forma di remunerazione per i pescatori a valere sulle risorse stanziate dal bando medesimo

Domanda: 

Nell’ambito delle “campagne di comunicazione, d'informazione e di sensibilizzazione per incoraggiare i pescatori e altri portatori d'interesse a partecipare a progetti di rimozione dei rifiuti e degli attrezzi da pesca perduti” sono ammesse spese per:

Domanda: 

Nell’ambito delle “campagne di comunicazione, d'informazione e di sensibilizzazione per incoraggiare i pescatori e altri portatori d'interesse a partecipare a progetti di rimozione dei rifiuti e degli attrezzi da pesca perduti” sono ammesse spese per: 1) organizzazione di un convegno di lancio del progetto (informazione e sensibilizzazione dei pescatori, dei portatori di interesse e dell’opinione pubblica in generale);

Domanda: 

Nell’ambito delle “campagne di comunicazione, d'informazione e di sensibilizzazione per incoraggiare i pescatori e altri portatori d'interesse a partecipare a progetti di rimozione dei rifiuti e degli attrezzi da pesca perduti” sono ammesse spese per: 1)organizzazione di un convegno di lancio del progetto (informazione e sensibilizzazione dei pescatori, dei portatori di interesse e dell’opinione pubblica in generale); 2)spese per oggettistica/gadgets vari da consegnare ai pescatori partecipanti al progetto; 3)spese per l’organizzazione di attività di educazione ambientale/formazione rivolte ai pescatori ed operatori ittici che operano nel Compartimento Marittimo; 4)spese di attività di educazione ambientale nelle scuole e nelle comunità locali per prevenire la dispersione di rifiuti in mare. Se si è ammissibile la stampa di materiale divulgativo; 5)organizzazione di un convegno finale per la presentazione dei risultati

Risposta: 

Nell’ambito delle “campagne di comunicazione, d'informazione e di sensibilizzazione per incoraggiare i pescatori e altri portatori d'interesse a partecipare a progetti di rimozione dei rifiuti e degli attrezzi da pesca perduti” sono ammesse unicamente spese per iniziative di comunicazione rivolte ai pescatori per il lancio del progetto (punto 1), spese per eventuale logo identificativo dell’adesione al progetto da apporre sulle imbarcazione delle Imprese partecipanti (punto 2) e le spese per l’organizzazione di attività di educazione ambientale/formazione rivolte ai pescatori ed operatori ittici in generale che operano in tutto il Compartimento Marittimo (punto 3). Le spese indicate ai successivi punti 4) e 5) non sono ammissibili ai sensi della Misura.

Domanda: 

Sono ammissibili le spese sostenute da un organismo scientifico (Università) per la raccolta dei dati relativi alle tipologie e alle quantità dei rifiuti raccolti a mare, anche in base al tragitto percorso dalle imbarcazioni, al fine di disporre di informazioni geolocalizzate sui rifiuti riportati a terra? Se si, è ammissibile la stampa di materiale divulgativo dei risultati dell’indagine?

Risposta: 

Non sono ammissibili spese per la raccolta dati, né per la stampa di materiale divulgativo dei risultati dell’indagine.

Domanda: 

La costituzione dell'ATS deve avvenire per atto pubblico (atto Notarile) oppure può essere fatta con scrittura privata registrata presso l'Agenzia delle Entrate.

Risposta: 

Ad analogo quesito è stata già data la seguente risposta: " il raggruppamento temporaneo deve essere costituito nelle forme previste dalla legge"

Poni un quesito.